Spero davvero che questa seconda Pasqua fuori dall’ordinario vi trovi bene.

Per compagnia in questi giorni casalinghi, vi offro la nostra ricetta di famiglia della cassata, il dolce tipico siciliano dei giorni di festa, un trionfo barocco di colori e sapori.
La più brava a realizzarla in casa è mia cugina Fabrizia e così la ricetta qui è proprio la sua e della zia Anna Tasca Lanza di Regaleali!

La leggenda narra che intorno al 1200, un pastore siciliano una notte mescolò ricotta fresca e zucchero o miele e chiamò questa prelibatezza con il nome arabo per ciotola: quas’at .
Si ha notizia che già nel 1575 la cassata era stata proclamata dolce ufficiale di Pasqua dalla diocesi di Mazara del Vallo che, per evitare tentazioni, aveva vietato agli ordini monacali di prepararla durante la Quaresima.
La versione glassata e guarnita con la frutta candita che ricalca i dolci dell’epoca barocca, risale alla fine del 1800.

Mette allegria già a guardarla e spande nell’aria profumo di festa con quei suoi colori intensi della pasta di mandorle e pistacchi e della glassa di zucchero e più lucidi, quelli della frutta candita, i mandarini, le pere, le ciliegie e di quelle strisce trasparenti di zucca candita che si chiamano qui capelli d’angelo, squisite!

E se la realizzerete, mi piacerebbe se mi vorrete raccontare.

INGREDIENTI per 10-12 persone
Per il Pan di Spagna:
6 uova, a temperatura ambiente
150 gr di zucchero
1 cucchiaino di scorza d’arancia o di limone
150 gr di farina, setacciata
3 cucchiai di limoncello o Grand Marnier

Per il Marzapane:
350 gr di farina di mandorle
150 gr di pistacchi,
200 gr di zucchero a velo
1 cucchiaino di glucosio
colorante alimentare verde

Per la Crema di ricotta:
1kg di ricotta
200 gr di zucchero

Per la Glassatura:
370 gr di zucchero a velo
Succo di 1 limone, filtrato

Frutta candita, per guarnire

PROCEDIMENTO
> Per il Pan di Spagna:
Preriscalda il forno a 180 °C.
Imburra e infarina una teglia di 22 cm di diametro.
Metti le uova nella ciotola di un mixer e montatele per 10 minuti.
Aggiungi lo zucchero e la scorza di limone e continua a montare finché il composto non fila mentre lo si versa, serviranno circa 15 minuti.
Unisci delicatamente la farina setacciata, in due o tre volte.
Versa nella teglia a cerniera e inforna per 25-30 minuti o finché uno stecchino inserito al centro della torta rimanga asciutto.
Mettilo da parte a raffreddare su una griglia.

> Per il marzapane:
Mescola la farina di mandorle, i pistacchi macinati e lo zucchero.
Fai una fontana e aggiungi un cucchiaino di glucosio, 2 cucchiai d’acqua e qualche goccia di colorante alimentare. Mescola gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e stendilo su un piano di lavoro spolverato di zucchero a velo.
Taglialo in fette lunghe, spesse circa 1,5 cm.
Stendi tre delle fette in strisce tra 1 e 2 cm di spessore.
Forma una palla con il marzapane che resta e avvolgilo nella pellicola. Puoi conservarlo in frigorifero per un uso successivo.

> Per la Crema di ricotta:
Mescola in una terrina la ricotta con lo zucchero utilizzando una spatola fino a che il composto sia omogeneo.

> Per assemblare la cassata:
Fodera con la pellicola trasparente una teglia da cassata da 22 cm o una tortiera da 22 cm con i lati inclinati. Disponi le strisce di marzapane lungo il bordo interno della teglia, sovrapponendone leggermente le estremità.
Pressale contro la teglia per formare uno strato liscio.
Taglia il pan di spagna in dischi spessi da 1 a 2 centimetri, eliminane i bordi e tagliali a fette.
Disponi uno strato di fette di pan di spagna sul fondo della teglia, irrorale con limoncello o Grand Marnier.
Stendi uniformemente la crema di ricotta sullo strato di pan di spagna.
Posiziona con attenzione sopra la crema di ricotta, un altro strato di fette di pan di spagna e irrora nuovamente con limoncello o Grand Marnier.
Capovolgi la torta su un grande piatto da portata.
Solleva con cautela la teglia e staccane la pellicola trasparente.
Metti da parte la cassata e intanto prepara la glassa.

> Per la Glassa:
Setaccia metà dello zucchero a velo in una ciotola.
Aggiungi metà del succo di limone.
Mescola bene eventuali grumi.
Setacciavi sopra lo zucchero rimasto e aggiungi a poco a poco, mescolando, il resto del succo di limone, fino a quando non avrà una consistenza sottile e spalmabile e formerà una glassa liscia e lucida.

> Per la glassatura:
Glassa la parte superiore della cassata, lasciando visibili i lati di marzapane della torta.
Se non usi il marzapane verde, ghiaccia l’intera torta.

E infine, decora la cassata con frutta candita intera e tagliata.
Metti la cassata in frigorifero e lasciala riposare per almeno 1 o 2 ore prima di servire.